Individuato l’abito dei vostri sogni, un’altra scelta difficile che vi aspetta è quella di abbinare l’acconciatura giusta a seconda della scollatura proprio del vostro vestito da sposa. Il vostro parrucchiere di fiducia saprà sicuramente consigliarvi al meglio e la prova dell’acconciatura scioglierà tutti i vostri dubbi e farà sparire tutte le paure. Per affrontarla al meglio e darvi un’idea di base ecco alcuni consigli che ci spiegano proprio come scegliere l’acconciatura.

1° regola: la prova acconciatura solo dopo aver scelto l’abito

Scegliere l’acconciatura giusta è importante ma bisogna sapere che è fondamentale affrontare la prova dell’acconciatura quando si è già scelto il tipo di abito, perché la giusta acconciatura servirà ad enfatizzarne lo stile. Per esempio sugli abiti dall’aspetto rigoroso, quasi formale, lasciare i capelli sciolti con onde morbide o lisci e vaporosi, aiuta a donare all’intero look un aspetto più sbarazzino e divertente, a volte anche sexy. Se li raccogliamo con un’acconciatura molto curata, alta e rigida, uno chignon alto o basso oppure una banana allora l’intero look avrà un aspetto regale e rigoroso.

2° regola: non esagerare. Sobrietà e naturalezza prima di tutto!

In generale per l’acconciatura, come per il trucco, consigliamo di non esagerare con “colpi di testa”. Le foto delle nozze resteranno un ricordo che deve rimanere piacevole nel tempo. Consigliamo di affidarsi alle cure di un buon parrucchiere per il colore e il taglio, e ancora di più per l’extension. Quest’ultime infatti, aiutano sicuramente a creare acconciature da sogno ma devono rimanere un segreto tra il parrucchiere e la sposa e non devono essere visibili da tutti. L’acconciatura giusta dovrebbe valorizzare il tuo stile e la tua personalità e non trasformarti in quello che non sei. Ma vediamo nel dettaglio le acconciature che si abbinano meglio a seconda dello scollo sul décolleté.

Scollatura alta e all’americana

Un abito con dolcevita trasparente o con scollo americano lo accompagniamo spesso con uno chignon alto, con un semi raccolto centrale arricchito con una morbida cascata di boccoli oppure con un acconciatura con un volume pronunciato sul capo e capelli sciolti. In questo modo andiamo a creare una sorta di sequenza visiva verticale tra la scollatura, il collo e i capelli: tre elementi molto sensuali che in sequenza allungano la figura.

Scollatura a cuore

La scollatura a cuore che è molto romantica nel nome, ma spesso molto audace sul décolleté, si accompagna benissimo con un semiraccolto basso laterale, morbido e quasi spettinato ma estremamente romantico. Tendenzialmente deve coprire almeno il collo per evitare l’effetto troppo nudo. Se lo scollo a cuore è molto profondo opterei per un capello sciolto, morbido, magari anche raccolto sulle spalle in maniera causale o lateralmente ma accompagnato da morbidi boccoli che ricadono sulle spalle per attribuire all’outfit un aspetto meno sensuale. Anche la treccia accompagna bene le scollature a cuore (ma anche dritte e quadrate) può essere portata d’avanti e di lato quindi va bene per abiti dal sapore vintage con pizzi e trasparenze. In generale la treccia alta o meglio bassa andrebbe proposta in maniera più morbida, quasi sciolta, perché l’intreccio si presta ad essere motivo di decorazione. Infatti, in piccole dimensioni, viene spesso inserita in acconciature magari lateralmente e intrecciata a sua volta a twist o cerchi di capelli. 

Scollatura dritta

La scollatura dritta, profonda o meno, con le spalle scoperte o con maniche sottili, permette di affidarsi a più soluzioni. La riga orizzontale dell’abito accorcia un pochino la figura, quindi dobbiamo affidarci ad acconciature con raccolti alti e morbidi o rigidi come code alte, banane dal gusto retrò o acconciature voluminose sul capo, che puntano ad allungare la figura. Questa scollatura su un viso rotondo richiede un’acconciatura alta, ben tirata, che lasci libero il viso e ne slanci l’ovale. Un viso magro, al contrario, richiede un pochino di morbidezza. Sicuramente li raccoglierei con un’acconciatura alta, mossa e boccolosa, oppure anche uno chignon basso, spettinato e romantico con qualche ciuffetto o boccolo che appoggiano sul collo creando una linea verticale di contrasto con l’orizzontale dell’abito. Certo che se allo scollo dritto si abbina una vita alta allora sarebbe bello avvicinarsi all’idea della dea greca con capelli sciolti e fluenti, un poco gonfi sull’attaccatura con dei nastri tipo doppio cerchietto o se in estate, con qualche fiore, se preferiamo ispirarci ad una sposa bohèmien.

Scollatura sulla schiena e a V

E’ importante raccogliere il più possibile i capelli nel caso di scollatura posteriore. Una bella schiena, sia che sia nuda o finemente decorata, viene messa in risalto lasciandola libera. Ad abito con scollatura profonda sulla schiena spesso corrisponde un davanti accollato che può essere a barchetta, a giro o con delle manichine. Per richiamare uno sguardo alla schiena spesso anche una coda bassa appoggiata sul davanti crea un bell’effetto di semplice sensualità. Anche la treccia si presta bene con gli abiti con la scollatura posteriore, dritta lungo la schiena la metterà ancora più in evidenza. Anche per lo scollo a V l’ideale sarebbe raccogliere i capelli in modo da avere il viso scoperto. Uno chignon basso dal gusto retrò magari con il fermaglio della nonna, è perfetto con un matrimonio dallo stile vintage o shabby chic.

Scollatura asimmetrica (o monospalla)

Mancherebbero all’appello lo scollo asimmetrico e lo scollo con mezza manica o alla Rossella O’Hara. Per il primo bisogna assolutamente ricorrere ad acconciature basse, rigide o morbide, ma raccolte ad altezza collo oppure ancora sciolte ma che facciano ricadere il volume o i capelli stessi sulla spalla scopertaLo scollo Rossella si accompagna a raccolti o acconciature retrò, romantiche o assolutamente dal fascino francese e se l’abito è dall’aspetto principesco diventano immancabili la coroncina o il diadema su raccolti romantici per non ricadere nel carnevalesco.

Gli accessori per l’acconciatura da sposa

Una volta scelti l’abito e l’acconciatura per definire ulteriormente lo stile dell’outfit affidatevi agli accessori, magari anche più di uno da sostituire durante l’arco della giornata. Il velo può essere sostituito con un fermaglio in stile, con diademi o coroncine oppure se siete in primavera anche con un bel fiore.